Con l’Inter nel cuore e con grande fiducia nel Presidente Thohir, è questo il riassunto delle parole dell’ex numero uno nerazzurro apparse oggi sul Corriere dello Sport: Questa Inter più debole del 2004? Guardate che questa squadra di qualità ne ha. D’accordo, rispetto ad allora sono cambiate tante cose, ma possiamo far bene.”

Ed ancora sulla possibilità di giocare la prosima stagione nell’Europa che conta: “Arrivare in Champions? Arrivare terzi non è facile anche se, a parte le prime due, vedo grande equilibrio. Se inizieremo ad avere un buon ritmo però lotteremo fino alla fine per la Champions.” Non manca il riferimento al rapporto con il magnate indonesiano: “Io e Thohir? Thohir è una persona molto cortese. Quando è in Indonesia e gioca l’Inter, ci scambiamo diversi sms anche durante la partita. È bravo ed è anche un tifoso appassionato. Il suo primo anno difficile? Nel calcio capita. Quando io presi l’Inter, tutto filò nel modo giusto fin dall’inizio, mentre lui ha avuto risultati un po’ così, ma ha dimostrato di tenere a questa squadra facendo operazioni importanti come per esempio gli arrivi di Hernanes e Mancini. Lo ripeto, Thohir è bravo e vuole bene all’Inter”.

Fonte: Corriere dello Sport

SHARE