Secondo quanto riportato dall’edizione odierna del ‘Corriere dello Sport – Stadio’ il Milan sarebbe tornato a pensare ad Andrea ‘Gallo’ Belotti in vista della prossima sessione estiva di calciomercato. Il Diavolo, infatti, si sta rendendo conto come manchi, nell’organico a disposizione attualmente di Gennaro Gattuso, un centravanti in grado di realizzare almeno 15-20 gol a campionato: tale lacuna dovrà, necessariamente, essere colmata la prossima stagione.

Servirà, dunque, un investimento pesante sul mercato, anche alla luce della clausola rescissoria molto pesante del ‘Gallo’ Belotti (100 milioni di euro, anche se valida tecnicamente soltanto per l’estero): bisognerà però prestare attenzioni alle sorti economiche del Milan, che dovrà presto confrontarsi con la UEFA per le eventuali sanzioni che deriveranno dal ricorso al settlement agreement. I margini di manovra del Milan, ha sostenuto il quotidiano romano, saranno giocoforza ridotti e, pertanto, prima di comprare Belotti, qualcuno dovrà essere venduto.

La notizia positiva, però, è che Belotti, qualora coroni il suo desiderio di vestire la maglia del Milan, squadra per cui tifa sin da piccolo, possa arrivare a Milano con un forte sconto: questo perché, rispetto la scorsa, magica stagione (26 reti), fin qui il numero 9 granata, tra gare deludenti e infortuni muscolari, ha messo a segno appena 4 gol in 16 gare (l’anno scorso erano 14, n.d.r.). Che Belotti, pur non dandolo a vedere, sia scontento di essere rimasto sotto la Mole? Da ‘Casa Milan’ sarebbero convinti di poterlo strappare alla corte di Urbano Cairo versando 75-80 milioni, nemmeno tutti in contanti.

Il Torino, infatti, deve al Milan 15 milioni di euro per il riscatto obbligatorio del cartellino di M’Baye Niang: i rossoneri potrebbero ‘abbonare’ quella cifra ai granata e, versando in più 55-60 milioni di euro, vorrebbero portare Belotti a Milanello. Indiziati a partire per lasciare il posto al ‘Gallo’ uno tra André Silva e Nikola Kalinić. O forse tutti e due.

fonte: pianetamilan

Loading...
Loading...
SHARE